sito ufficiale di roberta angelilli

Sei in: Home »

Governo battutto, Prodi si è dimesso

Governo battutto, Prodi si è dimesso

Ennesima figuraccia. Governo senza una maggiornaza credibile, coerente, unita

 

Lo dicevamo da tempo ed è finalmente accaduto. Il governo Prodi ha dimostrato per l’ennesima volta l’assenza di una maggioranza parlamentare credibile, coerente, unita. Questa volta, fatale per la tenuta del governo, è stato il voto sulla politica estera al Senato: con una maggioranza richiesta di 160 voti, sono stati solo 158 i senatori dell’Unione che hanno appoggiato le linee descritte dal ministro degli Esteri, Massimo D’Alema. Fondamentali sono state le astensioni dei senatori a vita Andreotti e Pininfarina e il non voto dei dissidenti della sinistra estrema Turigliatto e Rossi. La maggioranza di centrosinistra che ha sempre litigato su tutto, sempre sotto scatto della sinistra radicale, ha mostrato la sua vera faccia, soprattutto a livello internazionale, confermando quello che dicevamo da tempo: il governo dell’Ulivo non ha credibilità. Alla fine della giornata, Prodi ha rassegnato le dimissioni del suo governo nelle mani del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Ora è il turno del giro di consultazioni. L’Ulivo è pronto a riconfermare la fiducia a Prodi. Intanto c’è una sola certezza: il governo Prodi non ha una maggioranza, in politica estera come sulle pensioni, e non è capace di rappresentare in modo degno l’Italia.

 
archivio | inizio pagina | condividi questo articolo