sito ufficiale di roberta angelilli

Sei in: Home »

“Manifesti Prc negano la tragedia delle Foibe. Intervengano le Istituzioni”

“Manifesti Prc negano la tragedia delle Foibe. Intervengano le Istituzioni”

Inviata lettera a Napolitano

 

“In questi giorni a Roma sono stati affissi migliaia di manifesti vergognosi a firma “Rifondazione Comunista Roma – Progetto Memoria” dal titolo “Presidente Napolitano io ricordo…tutto!”, in cui viene negata la tragedia delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Proprio per questo, abbiamo scritto una lettera al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Presidente della Camera, Fausto Bertinotti, e al Sindaco di Roma, Walter Veltroni, sollecitando un intervento delle Istituzioni. Nella missiva abbiamo sottolineato che le frasi riportate nel manifesto costituiscono “un gravissimo vulnus nei confronti del sentimento d’italianità comune e condiviso del nostro Popolo, nonché una gravissima offesa ai familiari delle vittime che già tanto hanno sofferto ed, infine, non certo per importanza, anche nei confronti della persona del Presidente della Repubblica che i menzionati sentimenti ha di recente espresso pubblicamente in occasione della giornata dedicata alla celebrazione del ricordo”. Inoltre abbiamo chiesto al Sindaco di “sollecitare l’immediata rimozione dei manifesti abusivi affissi” ed al presidente Bertinotti “un ulteriore intervento” sulla vicenda visto che il Presidente della Camera di Deputati per lungo tempo è stato segretario ed è ancora oggi il più autorevole esponente del partito politico al quale scrivono d’appartenere gli ignoti che hanno provveduto alla vergognosa affissione”, hanno dichiarato in una nota congiunta il capodelegazione di An al Parlamento europeo, Roberta Angelilli, e il senatore di An, Marcello De Angelis. Sulla vicenda gli esponenti di An hanno già dato mandato al Presidente di Azione Legale, avv. Antonino Galletti del Foro di Roma, per perseguire in sede penale gli ignoti autori ed affissori del manifesto in relazione ai reati d’incitamento all'odio ed alle offese ivi contenute nei confronti del Presidente della Repubblica.

 
archivio | inizio pagina | condividi questo articolo