sito ufficiale di roberta angelilli

Sei in: Home »

Presentato a Roma il dossier sulla condizione dei minori in Italia e in Europa

Presentato a Roma il dossier sulla condizione dei minori in Italia e in Europa

Angelilli: “E’ necessario un impegno maggiore delle Istituzioni, in Europa solo il 7,7% della spesa sociale è destinato alle politiche a sostegno dei minori”

 

“In Europa solo il 7,7% della spesa sociale viene destinato alla famiglia e alle politiche a sostegno dei minori, è necessario un impegno maggiore delle Istituzioni. La Commissione ha dichiarato il 2010 Anno europeo della lotta alla povertà e all'esclusione sociale, ma ha investito appena 17milioni di euro. Con l’entrata in vigore il 1 dicembre del Trattato di Lisbona, finalmente i diritti dei minori avranno una base giuridica e l’Unione europea potrà fare di più anche dal punto di vista delle risorse''. Lo ha dichiarato il Vice Presidente del Parlamento europeo Roberta Angelilli nel corso della presentazione del dossier “La condizione dei minori in Italia e in Europa, tra eccesso di benessere e nuove forme di povertà” svoltasi il 17 novembre a Roma presso la rappresentanza italiana del Parlamento europeo.

 A 20 anni dalla firma della nuove forme di povertà convivono nella società del benessere, entrambe le situazioni pongono al centro della riflessione il disagio minorile. Il 24% dei minori in Italia sono a rischio povertà rispetto ad una media europea del 19%, siamo preceduti solamente da Ungheria e Polonia. Il 13,6% della popolazione italiana è a rischio povertà, ma la percentuale sale al 27% per le famiglie con tre o più figli e raggiunge il 39% nel Mezzogiorno.

Il disagio dei minori non riguarda solo aspetti “materiali”; accanto a questi dati emergono le problematiche legate alla società del benessere. I numeri legati al disagio psicologico e ai disturbi del comportamento infantile sono in aumento: depressione, ipocondria, bullismo, disturbi alimentari. In Europa si stima che tra il 10 e il 20% dei minori soffre di disturbi psicologici e comportamentali: La depressione sta diventando un’emergenza sociale e nei minori si manifesta maggiormente nella fascia di età compresa tra 12 e 17 anni, in Italia poi 9000 persone presentano disturbi dell’alimentazione nella fascia di età tra 12 e 25.anni.

Alla presentazione del dossier sono intervenuti il Prof. Vincenzo Mastronardi,  Presidente dell’Osservatorio sui Comportamenti e la Devianza dell’Università La Sapienza, il Prof. Giandonato Caggiano , Docente di Diritto dell’Unione europea dell’Università Roma Tre e Direttore di Cantiereuropa, il Prof. Manuel Castello, Direttore del Dipartimento e della Scuola di Specializzazione in Pediatria dell’Università La Sapienza, Federico Iadicicco, Vice Presidente della Commissione cultura, sport e politiche giovanili della Provincia di Roma, Laura Elena Pacifici di Croce Rossa Italiana, Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia, Paolo Ciani della Comunità di Sant’Egidio, Maria Rita Munizzi, Presidente del MOIGE (movimento italiano genitori), Grazia Passeri, Presidente dell'Associazione Salvabebè-Salvamamme, Maria Cristina Bazzani, Coordinatrice Nazionale dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, Antonella Guido dell’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento e San Trifone, Antonino Galletti, Presidente di Azione Legale e Massimiliano Monnanni, Presidente dell’I.P.A.B. Conservatorio di Santa Caterina della Rosa.

18 novembre 2009

 
 
archivio | inizio pagina | condividi questo articolo