sito ufficiale di roberta angelilli

Sei in: Home »

Sfruttamento sessuale dei bambini e pornografia infantile: Audizione Pubblica del Parlamento Europeo sulle nuove regole della futura Direttiva

 

La lotta contro gli abusi sessuali, lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pornografia infantile sono i temi di un'Audizione Pubblica iniziata ieri e che continuerà oggi  a Bruxelles organizzata dalla relatrice  Roberta Angelilli. L'Audizione ha come obiettivo di contribuire al dibattito su questo drammatico fenomeno, prima che il Parlamento europeo avvii la procedura di co-decisione sulla proposta di Direttiva che creerà un quadro legislativo coerente ed armonioso per combattere e punire lo sfruttamento sessuale dei bambini.

"La nuova Direttiva definirà sanzioni efficaci, proporzionate e dissuasive e intende istituire norme minime per la lotta contro questi crimini orribili. Le nuove norme comprenderanno il perseguimento dei colpevoli, la tutela dei minori vittime di abusi e la prevenzione del fenomeno" - ha dichiarato l'On. Roberta Angelilli, oggi a Bruxelles.

"Dobbiamo rafforzare le procedure di indagine e definire nuove fattispecie penali per abuso sessuale di minori, come il "grooming" attraverso reti internet, e soprattutto proteggere le vittime prima, durante e dopo il procedimento penale" - ha aggiunto la Vice Presidente del Parlamento europeo, Roberta Angelilli.

"La nuova direttiva dovrebbe migliorare l'accesso all'assistenza legale per tutelare le giovani vittime nel procedimento penale. La polizia e le autorità giudiziarie dovrebbero essere formate adeguatamente al fine di condurre gli interrogatori in modo da non creare ulteriori traumi per il bambino ed evitare il fenomeno della doppia vittimizzazione. Inoltre, al fine di prevenire i reati, chiediamo che tutti coloro che sono stati condannati per reati di abuso su minori in uno Stato membro devono essere interdetti dal lavoro a contatto con i bambini (retribuito o volontario) qualora si installino in un altro  Stato membro, proprio per evitare la ripetizione del medesimo reato" - continua Roberta Angelilli.

"Il fenomeno è molto preoccupante perché i bambini sono il nostro futuro e la società deve proteggerli da eventuali minacce. Migliorare la loro tutela è il nostro obiettivo, grazie al nuovo approccio globale della Direttiva e al dibattito che stiamo conducendo attraverso questa Audizione" - ha concluso la Relatrice del PE, Roberta Angelilli,


 

 
 
archivio | inizio pagina | condividi questo articolo